Expo 2015 a Milano : i cantoni gottardisti prendono l’acqua

8829709356_1484940b0c_z

• 16 April 2015

“Acqua per l’Europa”, questo è il titolo emblematico scelto dai quattro cantoni gottardisti, Vallese, Ticino, Uri e Grigioni per la loro mostra che si terrà nel Padiglione svizzero dell’Expo 2015 a Milano. La manifestazione aprirà i suoi battenti il 1° maggio a Rho nella periferia della metropoli lombarda. I contenuti dell’evento sono stati presentati mercoledì a Milano.

Si può dire perlomeno che i quattro cantoni alpini di cui tre confinano con l’Italia non esistono a buttarsi all’acqua per sottolineare la loro presenza ad Expo 2015, sulla scia della manifestazione “Nutrire il nostro pianeta, energia per la vita”. Fino al 31 ottobre, la mostra universale convoglierà verso i suoi imponenti padiglioni circa 20 milioni di visitatori provenienti da tutto il mondo.

All’entrata dello stand di Vallese, Ticino, Uri e Grigioni, un blocco di granito di sei metri di lungo per tre di largo simboleggia il massiccio del Gottardo, questa frontiera naturale che divide le Alpi svizzere in due, questa via delle genti che da tempi immemorabili è stato il passaggio diretto sull’asse nord-sud-nord per i viandanti che si recavano da un’estremità all’altra del continente europeo.

Il “serbatoio dell’Europa”

All’interno del Padiglione svizzero, il sistema idraulico dei quattro cantoni è illustrato da un gioco d’acqua con la ricostruzione in legno delle famose “bisses” vallesane ossia le tipiche canalizzazioni per convogliare l’acqua. Accanto, pannelli informativi descrivono l’acqua sotto ogni suo aspetto, sottolineando così “la grande importanza della regione del Gottardo per la rete idrologica europea nella quale assume il ruolo di “serbatoio dell’Europa”, come indicato dalla direzione del Padiglione svizzero ad Expo 2015.

Il territorio formato da questi cantoni è difatti un bacino idraulico per gran parte del nostro continente, la fonte dei fiumi Reuss, Reno, Rodano e Ticino. Gli accumuli di neve delle cime montuose e l’acqua conservata nei ghiacciai assumono una grande importanza per la sicurezza alimentare.” Pur essendo quindi un tema comune, quello dell’acqua è presentato in modo diverso da ciascuno dei quattro cantoni coinvolti: i Grigioni puntano sui loro paesaggi innevati, i loro parchi naturali e i loro ponti, “miracoli d’ingegneria”. Uri si concentra sui pionieri della tecnologia, le cascate ed i fenomeni naturali creati dall’acqua. Il Ticino vanta i suoi scenarii alpini e il suo ambiente mediterraneo unico in Svizzera, la sua architettura e le sue offerte idrauliche. Mentre il Vallese pone l’accento sui suoi ghiacciai maestosi e le sue “bisses” uniche al mondo.

Detto ciò lo stand dei cantoni gottardisti ad Expo 2015 non si limita alla presentazione delle mille risorse dell’acqua. Ricorda anche l’importanza della lingua e della cultura italiane nella Confederazione: il “Forum per la difesa dell’italiano in Svizzera” proporrà il tema sempre attuale delle nostre relazioni con l’Italia. Un altro evento sarà consacrato alle conseguenze per i quattro cantoni all’apertura della Nuova transversale ferroviairia alpina (NTFA) prevista per il 2016.

Gemma d’Urso

Immagini: César Corona, Flickr

    Comments are closed.